La nostra sede è “green”


Ha senso produrre detersivi ecologici e cosmetici naturali in un triste e buio capannone in cemento armato, che consuma ettolitri di gasolio per essere riscaldato e non ti invoglia ad andare lavorare tutte le mattine?

Cerchiamo di essere coerenti!

Abbiamo acquistato tre anni fa un capannone degli anni '70, davvero molto energivoro.

Il caso vuole però, che uno dei due titolari, Pierluca Urbinati, sia geometra e con una grande passione per la bioedilizia, tecnica che studia e approfondisce fin dal 1995, anni in cui la parola bioedilizia non era di moda e se parlavi di calce e legno venivi additato con sospetto.

Abbiamo così messo in atto delle opere di ristrutturazione sostenibili (sia per l'ambiente che per le economie di una piccola azienda).

"Isolare" è stata la parola d’ordine, alla quale sono seguite numerose altre opere volte al risparmio energetico e di risorse, sempre in aggiornamento...

 

  • I vecchi infissi in ferro e vetro singolo sono stati sostituiti con infissi in alluminio a taglio termico con vetrocamera basso-emissiva.
  • Il controsoffitto è stato isolato superiormente con un pannello da 8 cm, ricavato dalla filatura delle bottiglie in PET riciclate. Lo stesso pannello è stato poi utilizzato per realizzare un cappotto interno negli uffici.
  • La pavimentazione degli uffici, in laminato flottante, recuperata dagli uffici dismessi dopo pochi mesi di una azienda limitrofa, è stata isolata dal contatto col pavimento con un pannello di fibra di legno da 2 cm.
  • Sono stati installati 6 kW di pannelli fotovoltaici costruiti in Italia, al fine di alimentare una pompa di calore caldo/freddo che viene utilizzata per gli uffici.

 

Pannelli fotovoltaici sul tetto di Officina naturae


  • Il magazzino è riscaldato con strisce radianti a soffitto, che riscaldano per irraggiamento, senza creare i problemi di movimentazione aria e polveri che si hanno con i comuni sistemi ad aria calda.
  • Tutte le pareti sono state tinteggiate con pitture naturali a base calce, latte e uova.
  • La copertura a volta del capannone è stata realizzata in rame, materiale che garantisce durata e riciclabilità.
  • I tavoli degli uffici sono stati realizzati partendo da un pannello di castagno di 3,5 cm e rifiniti con olio e cera.
  • Gli interventi sull'isolamento dell’edificio, hanno portato alla sostituzione della vecchia caldaia a gasolio da 120 kW, con una caldaia a condensazione da 28 kW a metano con un risparmio in bolletta di più del 30%.
  • La vecchia illuminazione dei magazzini, costituita da lampade a neon è stata interamente sostituita con impianti a LED, che ci permettono di ottimizzare i consumi di energia elettrica e sono molto più luminosi, longevi e comportano meno impatto in fase di smaltimento.

 

Cerchiamo di essere sostenibili in tutti i nostri aspetti!