Prendersi cura dei bambini: consigli per una corretta igiene orale


Prendersi cura dei bambini: consigli per una corretta igiene orale

Chi non si scioglie al tenero sorriso dei bambini? Sveglia in noi l’istinto di protezione nei loro confronti e attenzione per la loro salute! A tal proposito, parliamo della salute dei loro dentini...

È importante fare prevenzione e preoccuparsi della salute dei denti dei bambini sin dai primi anni, come è anche importante, già alla tenera età, iniziare a fare educazione e insegnare loro buone abitudini di igiene orale. Se hai bambini piccoli, ecco qui qualche consiglio su come cominciare.

 

Prendersi cura del sorriso di un bambino

 

Quando iniziare a lavare i denti dei bambini

 

Fino alla comparsa del primo dentino (dal 4 mese di vita o anche dopo), non sono necessarie cure particolari, perché i batteri, con cui la bocca di un bimbo viene normalmente a contatto, non attecchiscono facilmente al tessuto gengivale in continuo rinnovamento. Quando spuntano i primi dentini, però, i batteri si insidiano stabilmente sulla loro superficie, e diventa utile pulirli con una garza di cotone imbevuta semplicemente d’acqua, strofinando con le dita molto delicatamente sui dentini e sulle gengive.

Allo spuntare degli altri dentini da latte (da 1 anno fino ai 2), si può iniziare ad utilizzare uno spazzolino adatto ai bambini, bagnato con acqua, con un 'pizzico' di dentifricio per bambini. L’uso della corretta dose del dentifricio potrà subentrare abitualmente quando il bambino avrà imparato a non ingerirlo.

 

Nel frattempo sarà opportuno evitare liquidi zuccherati o dolci lontano dai pasti principali, poiché gli acidi, derivati dagli zuccheri fermentati, possono creare l’insorgenza di carie. Bisogna, infatti, sfatare la convinzione che i denti decidui siano inattaccabili dalle carie. I denti da latte cariati fanno male quanto quelli degli adulti! Quindi, già entro il secondo anno è consigliabile una prima visita dentistica.

 

Come spiegare ai bambini la corretta igiene orale

 

Insegnare ai bambini piccoli come lavarsi i denti, non è affatto difficile! I bambini tendono a imitare gli adulti, quindi accadrà naturalmente che accanto alla mamma o al papà, davanti al lavandino del bagno, prenderanno lo spazzolino e inizieranno a imitare i movimenti, mentre si lavano i denti. Per loro sarà un gioco, inizialmente, e saranno entusiasti, poi, di poterlo fare da soli!
In seguito, a piccoli passi, sarà possibile dare loro qualche motivazione in più a mantenere la bocca pulita e insegnare la giusta tecnica di spazzolamento, anche chiedendo all’igienista dentale di famiglia, che sarà in grado di spiegare al bambino i giusti movimenti in modo divertente.

 

Quale spazzolino per bambini scegliere

 

Nel “gioco” del lavarsi i denti può tornare simpatico avere uno spazzolino colorato con un’impugnatura proporzionata alla manina del bambino. Chiaramente il primo spazzolino deve avere setole morbide per non intaccare lo smalto e le gengive delicate del bambino. Se non ci sono particolari esigenze dettate dal medico, va benissimo uno spazzolino per bambini manuale, che abitui gradualmente il bambino al gesto dello spazzolamento.

Per non perdere la buona abitudine, è importante avere sempre con sé, anche in viaggio, un semplice kit con spazzolino e dentifricio, come gli “Oral Baby” della linea bimbi Biricco: gli spazzolini baby di Officina Naturae sono ideali per l’igiene orale dei piccoli ma anche per l’ambiente, loro futura eredità, perché hanno il manico ricavato dalla polpa del legno (cellulosa), quindi una risorsa naturale e rinnovabile che evita la contaminazione da muffe e batteri che, invece, altri materiali naturali (bambù e legno) potrebbero sviluppare!

 

Qual è il miglior dentifricio per bambini

 

A che età il bambino impara a usare il dentifricio? Il bambino inizialmente non sa che il dentifricio non è commestibile. Per questo consigliamo di scegliere un dentifricio naturale che sia delicato e studiato appositamente per i denti da latte e le gengive sensibili dei bambini ma che contenga anche ingredienti che non creino eventuali problemi in caso di ingestione: basta dare un’occhiata all’etichetta, in particolare all’INCI (la lista degli ingredienti obbligatoria), e cercare informazioni e certificazioni sugli ingredienti, meglio se di origine vegetale e possibilmente da agricoltura biologica, come i Dentifrici Gel ecobio per bambini della linea Biricco,

L’importante è farsi guidare dalle giuste informazioni: “con o senza glutine” è un falso problema (secondo le linee guida dell’AIC*); “con o senza fluoro” è una scelta consapevole (da valutare eventualmente con il medico o il dentista), poiché la direttiva CEE** indica la concentrazione massima di questo minerale nei cosmetici per bambini al di sopra dei 6 anni (0,15%), al di sotto della quale età essi devono essere somministrati sotto supervisione di un adulto.

Noi di Officina Naturae abbiamo creato dentifrici per bambini dai gusti gradevoli (Fragola e Ciliegia) per invogliare le buone abitudini e con bassa abrasività, per non intaccare lo smalto ed evitare irritazioni gengivali. Sono arricchiti con tanti estratti vegetali benefici fra cui quello di Mela Cotogna biologica italiana. Per i genitori che vogliono scegliere prodotti sicuri anche per l’ambiente, abbiamo escluso fra gli ingredienti coloranti, SLS e SLES e fluoro. I dentifrici per bimbi Biricco, infine, sono testati al Nickel, compatibili con cure omeopatiche e interamente made in Italy.

 

Scegli di proteggere il meraviglioso sorriso dei nostri bambini e il loro futuro mondo! ;-)

 

Fonti:

*http://www.celiachia.it/menu/faq.aspx?idcat=10&idfaq=182
**https://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2009:267:0018:0019:it:PDF

 

Commenti Scrivi un commento

Nessun commento inserito. Scrivi tu il primo!