Un Black Friday sostenibile? Il nostro Happy Turtle Friday!

Da qualche anno a questa parte, l’ultimo venerdì di novembre si scatena la caccia alle offerte del Black Friday, una vera e propria anticipazione dello shopping natalizio. Una tradizione importata dagli Stati Uniti, ormai quasi usuale anche nel nostro continente.

Ma è veramente sostenibile il Black Friday?

Per il nostro fragile Pianeta e per le piccole realtà commerciali è un evento che comporta qualche problema, perché:

  • per offrire sconti davvero appetibili e concorrenziali, i prodotti sono incredibilmente svalutati;
  • durante il Black Friday offerte e promozioni fanno acquistare anche prodotti inutili, con un temporaneo e apparente senso di felicità;
  • comprare eccessivamente comporta spreco di risorse e maggiore produzione di rifiuti.

Come non rinunciare al Black Friday online?

Basterebbe invertire la rotta e trasformarlo in un’occasione per fare qualcosa di buono per l’ambiente. Per esempio: fare shopping sostenibile; sostenere i piccoli commercianti, le aziende che creano prodotti di qualità, rispettando la natura e i diritti dei lavoratori; acquistare prodotti che sostengono realtà del volontariato. Sarebbe bello, poi, se tutto questo diventasse una buona abitudine.

Anche noi abbiamo proposto un nostro speciale Black Friday: l’Happy Turtle Friday! Dal 29 novembre al 2 dicembre 2019, abbiamo devoluto il 10% agli acquisti consapevoli dei nostri consumatori alla Fondazione Cetacea Onlus di Riccione, per un importo totale di 1200 euro!

Officina Naturae visita la Fondazione Cetacea
Officina Naturae visita ad una tartaruga appena arrivata alla Fondazione Cetacea

Come funziona il Black Friday di Officina Naturae?

Abbiamo sempre avuto a cuore i temi della biosostenibilità, del rispetto degli animali, e degli imballaggi. Ci siamo, inoltre, impegnati nello sviluppo di un’intera linea di cosmetici plastic-free. Ci è sembrato, quindi, naturale trasformare questa “festa dello shopping” in un’occasione per sostenere una realtà vicina a noi, in supporto delle tartarughe marine.

Tartaruga ospite della Fondazione Cetacea Riccione
Una tartaruga Caretta caretta ospite della Fondazione Cetacea Riccione

Così è nato l’Happy Turtle Friday

Abbiamo pensato a dedicare un intero weekend alternativo e felice a chi vuole fare shopping sostenibile e ama, come noi, il mare, un habitat che sentiamo particolarmente nostro.
Le tartarughe Caretta caretta sono fra i più fragili abitanti di questo ecosistema, inquinato dalla plastica, dai rifiuti delle attività industriali e domestiche e dai rumori delle attività umane. Spesso arrivano su spiagge e scogli ferite, disorientate, bisognose di cure e di nutrimento, oppure semplicemente cercano invano un posto tranquillo per nidificare.
C’è chi, fortunatamente, dedica tutta la propria passione per aiutare questi animali indifesi ma importantissimi per l’ecosistema marino, come i professionisti e i volontari della Fondazione Cetacea, che abbiamo conosciuto personalmente.

Luca e Silvia insieme a Sauro Pari
Luca e Silvia insieme a Sauro Pari, presidente della Fondazione Cetacea Onlus

Cos’è e cosa fa la Fondazione Cetacea?

La Fondazione Cetacea Riccione è un’organizzazione senza scopo di lucro nata quasi quarant’anni fa, che è diventata nel tempo un punto di riferimento per tutta l’Italia, in particolare per il mare Adriatico, per il soccorso e la riabilitazione delle tartarughe marine e dei cetacei.
Ad oggi ha dato ricovero ad oltre 500 tartarughe, raccogliendo importanti informazioni scientifiche sulla salute dei nostri mari. Partecipa a diversi progetti europei, fra i quali il Clean Sea Life (che monitora l’inquinamento del mare da rifiuti come le microplastiche), e svolge attività didattiche e di ricerca, sia in Italia che all’estero.

Silvia intervista Alice Pari
Silvia intervista Alice Pari sui progetti europei in cui è impegnata la fondazione

Come Officina Naturae sta aiutando la Fondazione Cetacea

Abbiamo incontrato tre fra i professionisti della Fondazione, Sauro Pari, attuale presidente, Valeria Angelini, biologa, e Alice Pari, responsabile pubbliche relazioni, che ci hanno raccontato la storia della fondazione e le curiosità sulle fortunate tartarughe a cui hanno dedicato le loro cure.

Abbiamo visto con i nostri occhi le tartarughe ferite e curate presso l’Ospedale delle Tartarughe e i nostri cuori si sono illuminati al pensiero di poter far qualcosa per riportarle in sicurezza al loro ambiente naturale!

Luca e Silvia insieme ad Alice Pari e Valeria Angelini
Luca e Silvia insieme ad Alice Pari, responsabile comunicazione e progetti, e Valeria Angelini, biologa della Fondazione Cetacea

Perciò abbiamo deciso di devolvere il 10% del valore degli ordini ricevuti durante il nostro speciale “black Friday” a questa meravigliosa realtà.

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno voluto aderire alla nostra iniziativa, felici di aver contribuito insieme a salvare le vite di questi incredibili esseri viventi!

Continueremo a testimoniare la nostra collaborazione con la Fondazione Cetacea anche dopo questo evento, per questo supportaci e seguici anche tu!