La realtà sui cosmetici sfusi, per chi vuol vederla!

Aprire gli occhi è ciò che la gente fa sempre di più, da quando nel mondo si sta risvegliando una sempre maggiore consapevolezza sui danni che plastica e altri rifiuti stanno facendo all’ambiente. Questo è certamente un bene per tutti ed è uno stimolo in più per quelle aziende, come la nostra, che da anni si impegnano nella ricerca e progettazione di imballaggi sempre più sostenibili.

Da anni i nostri detergenti (bucato, ammorbidente, piatti e universale) delle linee Officina Naturae e Solara, sono disponibili anche per la vendita “alla spina”. Una valida alternativa per ogni consumatore attento e consapevole, che vuole adottare uno stile di vita più ecologico. Una pratica semplice, che si fa riutilizzando i flaconi da ricaricare presso il punto vendita più vicino, con i prodotti “sfusi”.
Ma allo stesso tempo, cresce anche la domanda di cosmetici sfusi, che, contrariamente a quanto comunque succede in un mercato confuso e caotico, non è possibile soddisfare.

Ecco perché non è possibile vendere i cosmetici sfusi

È il Reg. UE 1223/2009 (e successivi aggiornamenti), la norma che non permette di effettuare la vendita dei cosmetici alla spina. Vediamo quali sono le regole imposte, che vanno a interessare questa pratica:

  • 

Buone pratiche di fabbricazione

    
I produttori di cosmetici sono tenuti a rispettare norme ben precise e severe nel laboratorio di fabbricazione (dette GMP) di carattere igienico/sanitario e sulla gestione del processo produttivo. 
Un negozio (quindi un’attività commerciale aperta al pubblico e non un laboratorio) non è in grado tecnicamente di rispettare tali norme.

  • Persona Responsabile

    Il regolamento prescrive che in etichetta deve essere riportata una figura, fisica o giuridica, che è la “Persona Responsabile” dell’immissione in commercio di un cosmetico. Come Persona Responsabile, oltre ad adempiere agli obblighi di legge, deve avere a disposizione il PIF, cioè il dossier tecnico del prodotto che comprende la Valutazione della Sicurezza del Prodotto Cosmetico. Quest’ultima documentazione non è normalmente a disposizione del commerciante.



  • Etichettatura e tracciatura

    Altro punto critico è la tracciatura del lotto. Anche se si riportasse sull’etichetta di ogni flacone ricaricato il numero di lotto e, per quanto possa essere accurata la pulizia del flacone, la possibilità di inquinare il prodotto o mescolare due lotti diversi, fa perdere qualsiasi tracciabilità e identificazione del lotto di produzione. In caso di problematiche col prodotto, è impossibile per il negoziante dimostrare che il cliente ha ricaricato un flacone inquinato.

Alla luce di quanto sopra, risulta evidente che la vendita dei cosmetici alla spina non è ammissibile, oppure rende il negoziante il solo responsabile di una immissione in commercio “non conforme”.

Come produttori consapevoli, quindi, da quando è in vigore la normativa, ci sentiamo in dovere di rifiutare la richiesta di questo tipo di vendita. Stiamo parlando di cosmetici, prodotti che non possono e non hanno la pretesa di risolvere problemi di salute ma, quantomeno, devono rispettarla. Teniamo innanzitutto al benessere dei nostri consumatori e vogliamo che i nostri rivenditori siano informati e liberi da rischi e responsabilità che non possono affrontare.

Se ti sei chiesto perché non vendiamo i cosmetici sfusi, speriamo di aver fatto luce e averti in qualche modo “aperto gli occhi” su una realtà che, speriamo, possa evolversi al più presto in una soluzione diversa e più sicura per tutti! Noi ti suggeriamo la soluzione plastic-free più sostenibile in questo momento: i nostri cosmetici solidi!

2 risposte a “La realtà sui cosmetici sfusi, per chi vuol vederla!”

    1. Ciao Elena, grazie per il tuo interesse nei nostri confronti! Ti chiediamo di scrivere una email a lara.giovanardi@officinanaturae.com con la tua ragione sociale, il luogo del tuo punto vendita e un numero di telefono. La collega ti contatterà per darti tutte le informazioni necessarie. A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *